5 problemi di salute che migliorano in estate

50
problemi di salute che migliorano in estate

Ci sono alcuni problemi di salute che migliorano in estate. Se ci esponiamo al sole con le giuste precauzioni, possiamo trasformarlo in un vero e proprio alleato del nostro benessere. È sempre bene ricordarsi che è opportuno utilizzare una protezione alta per prendere il sole ed è meglio non esporsi nelle ore più calde della giornata. Gli esperti però sono convinti che ci sono dei vantaggi per la salute a cui non possiamo rinunciare. È proprio essenziale approfittare dell’estate.

1. La depressione

La luce solare stimola tutto il nostro organismo, favorendo la produzione di neurotrasmettitori importanti per regolare il ritmo sonno-veglia. Contrasta l’insonnia e la depressione. La luce naturale influisce sulla ghiandola pineale, che ha il compito di regolare i meccanismi che ci permettono di adattarci ai cambiamenti esterni e interni.

La ghiandola pineale in base all’alternanza di luce e di buio produce alcune sostanze fondamentali per il nostro benessere psichico. In presenza di luce stimola la produzione di serotonina, l’ormone del buonumore. Più si sta all’aria aperta e al sole, più si può aumentare la quantità di serotonina a disposizione e quindi ci si sente meno depressi.

2. La psoriasi

Il sole e l’acqua del mare possono ridurre le manifestazioni più caratteristiche della psoriasi, perché, secondo gli esperti, limitano i meccanismi infiammatori. Inoltre il clima caldo umido contribuisce a mantenere la pelle più morbida.

È opportuno esporsi al sole applicando creme protettive ogni due ore e dopo ogni bagno, esponendosi in maniera graduale, per non favorire lo sviluppo di nuove lesioni. Ci si deve mantenere idratati bevendo molto e non si devono bere alcolici, perché possono interferire con alcuni farmaci per la psoriasi. È bene ricordarsi di evitare gli sbalzi di temperatura e l’aria condizionata, perché possono aumentare la secchezza e il prurito.

3. La dermatite atopica

I raggi del sole favoriscono la regressione dei sintomi tipici della dermatite atopica. Come nel caso della psoriasi, bisogna evitare di esporsi nelle ore più calde e usare sempre la protezione solare. Si dovrebbero indossare degli abiti di cotone, preferibilmente di colore bianco, si dovrebbero evitare detergenti aggressivi per lavarsi ed è meglio applicare degli emollienti. Bisogna fare attenzione ai bagni in mare, perché il sale potrebbe peggiorare l’irritazione.

4. I disturbi muscolo-scheletrici

Anche le contratture, i dolori, le difficoltà di movimento e la rigidità, che sono dovuti spesso all’artrosi, all’artrite, all’osteoporosi, alla sciatalgia, alla lombalgia e alla cervicalgia, possono migliorare con il sole e il caldo.

Questi ultimi infatti normalizzano il ph dei tessuti e possono ridurre la percezione dell’impulso doloroso. Inoltre riscaldano i muscoli e tendono a rilassarli. Il sole aumenta la produzione della vitamina D, che aiuta a fissare il calcio nelle ossa. Lo scheletro diventa così più robusto. Il nuoto può essere un alleato dei muscoli, perché li rafforza.

5. Il sovrappeso

Essere in sovrappeso è un vero e proprio problema, perché i chili di troppo aumentano il rischio di incorrere in problemi cardiovascolari e in altri disturbi. L’esposizione al sole può aiutare a perdere peso perché facilita l’eliminazione delle tossine e dei liquidi attraverso la traspirazione della pelle.

Inoltre l’esposizione al sole aumenta la produzione di serotonina e questo aiuta a stare meglio e ad avere meno fame. Quando si sta a lungo in ambienti bui e chiusi tendono ad aumentare l’appetito e la compulsione alimentare legata ai carboidrati, con il desiderio irrefrenabile di zuccheri, pane e pasta.