Come abbronzarsi senza scottarsi

84
come abbronzarsi senza scottarsi

Come abbronzarsi senza scottarsi? Avvicinandosi l’estate è una domanda che spesso sorge spontanea: come abbronzarsi velocemente senza provocare danni alla pelle? Molti vorrebbero avere un’abbronzatura perfetta e in fin dei conti dobbiamo pensare che i raggi del sole possono essere fondamentali per la nostra salute. Il sole è importante per la sintesi della vitamina D, che ci aiuta a combattere l’osteoporosi. La luce solare può essere importante contro la dermatite, la psoriasi e anche chi soffre di ansia e depressione può trarre benefici dall’esposizione ai raggi solari.

Possiamo dire che in generale il sole è fondamentale per promuovere il nostro benessere psicofisico. È chiaro, però, che dobbiamo seguire alcune regole fondamentali per abbronzarci senza scottarci.

Come abbronzarsi subito con le creme solari

Alcuni al mare non usano nessuna protezione garantita dalle creme solari, perché ritengono che in questo modo non si abbronzerebbero come vorrebbero. Eppure le creme solari sono molto importanti. Esse ci aiutano a difenderci dai raggi ultravioletti che sono capaci di penetrare in profondità nella pelle, raggiungendo gli strati cutanei più profondi.

I raggi ultravioletti sono i principali responsabili dell’invecchiamento precoce e possono causare danni anche a livello cellulare. Di conseguenza proteggersi con un’apposita crema è molto importante.

Di solito queste creme sono costituite da principi attivi che sono in grado di bloccare i raggi ultravioletti oppure sono realizzate con polveri minerali capaci di riflettere la maggior parte dei raggi solari dannosi.

Ma le creme solari non sono tutte uguali, perché la loro efficacia dipende sia dalla qualità che dalla quantità del filtro presente. Inoltre è fondamentale anche il corretto utilizzo della crema solare, per proteggersi al meglio.

Bisognerebbe applicarle almeno ogni due o tre ore ed occorrerebbe scegliere una crema solare resistente all’acqua e al sudore. È completamente falso ritenere che se si usano solari con indici di protezione elevati non ci si abbronza.

In questi casi l’abbronzatura avviene più lentamente e in maniera meno intensa, ma si possono ottenere dei risultati importanti, perché il colorito dorato tende ad essere più uniforme e a durare di più. Quindi possiamo dire a buon diritto che le creme solari sono proprio degli strumenti che ci servono, se vogliamo sapere un piccolo trucco su come abbronzarsi di più.

Come abbronzarsi in fretta senza rischiare

Ricordiamoci che le scottature sono sempre in agguato, quindi, se stiamo cercando dei metodi sicuri su come abbronzare le gambe e le altre parti del corpo, dobbiamo attenerci a dei principi fondamentali. Il più importante di essi consiste nella gradualità con cui ci si deve esporre ai raggi solari.

Dobbiamo dare tempo al nostro corpo di abituarsi alla nuova condizione, quindi andiamo in spiaggia a poco a poco e prendiamo il sole per gradi, per non creare danni alla nostra pelle. Generalmente bisognerebbe evitare le ore più calde della giornata, che sono di solito quelle comprese tra le 11 e le 15. Meglio esporsi al sole durante le prime ore o le ultime ore della giornata.

Molti commettono l’errore di voler cercare un’abbronzatura veloce e quindi si buttano a capofitto sulla sabbia infuocata anche nelle ore più calde, non rispettando i suggerimenti che potrebbero fare la differenza.

Non vale nemmeno a questo proposito la scusa di rifugiarsi sotto l’ombrellone, perché almeno il 50% dei raggi solari riesce a passare comunque, provocando le inevitabili scottature.

Un’altra regola che si deve osservare per non correre rischi è quella di cambiare spesso posizione, facendo attenzione anche alla direzione in cui si sposta il sole. Una certa cura deve essere riservata alle parti del corpo che sono più esposte, come le spalle o il naso. Anche questi punti vanno protetti bene con una crema solare.

Come abbronzarsi meglio con l’alimentazione giusta

Anche l’alimentazione è fondamentale per ottenere un’abbronzatura migliore e per evitare inutili rischi di danni alla pelle. Alcuni nutrienti non dovrebbero mai mancare nella dieta estiva, anche di chi decide di abbronzarsi.

Si tratta delle vitamine e dell’acqua. Per questo è fondamentale bere almeno 2 litri di acqua al giorno. In questo modo la pelle rimane idratata e può difendersi meglio dalle scottature.

Sulla nostra tavola non dovrebbero mai mancare la frutta e la verdura. Risultano particolarmente importanti tutti quegli ortaggi di colore giallo e arancione, come le carote, le pesche, il melone e le albicocche, che sono anche ricchi di betacarotene, dal quale si ottiene la vitamina A.

Una buona scelta è anche quella che ricade sui vegetali di colore rosso e viola, come mirtilli, lamponi e uva, che sono ricchi di polifenoli. E poi ancora i grassi buoni che si ottengono dal pesce e dai frutti di mare, che, oltre agli omega 3, apportano anche zinco e selenio per un’abbronzatura che sia uniforme.

Pure importanti sono l’olio extravergine, l’avocado e le mandorle, per fare il pieno di vitamina E, che protegge le pelli più delicate.

Come fare un doposole naturale

Alcune sostanze naturali sono perfettamente adatte a fare da doposole, da utilizzare la sera, dopo che si è stati in spiaggia e si è preso il sole. Per esempio ideale è a questo proposito l’aloe vera. A questa possono essere aggiunti degli altri principi naturali, come degli estratti o degli oli essenziali, per aumentarne l’efficacia. Sono ottimi il tè verde, la camomilla, la lavanda o la calendula. Un’alternativa all’aloe vera è rappresentata dall’olio di mandorle oppure dall’olio di jojoba.

Se, nonostante le precauzioni, abbiamo comunque riportato una scottatura, possiamo utilizzare gli impacchi rinfrescanti a base di yogurt bianco naturale o quelli a base di olio di cocco.

Per rinfrescare la pelle scottata andrebbe bene anche il succo di cetriolo, che si ottiene frullando la polpa e filtrando in un colino. Non dimentichiamo gli infusi freddi, dalle proprietà antinfiammatorie e lenitive, con la camomilla o la malva, da bere.

Basta mettere un cucchiaino dell’ingrediente che abbiamo scelto in una tazza di acqua bollente. Poi filtriamo e facciamo raffreddare, aggiungendo dei cubetti di ghiaccio. Una preparazione molto facile garantisce l’idratazione del corpo e favorisce l’eliminazione degli scarti che si formano nell’organismo in seguito all’infiammazione.