Depressione a 16 anni: come risolvere il problema

331
depressione a 16 anni

La depressione a 16 anni è un problema che riguarda un adolescente su tre. Essa si presenta in questa fascia di età a causa dei grandi e importanti cambiamenti che avvengono durante l’adolescenza e che interessano il corpo, la mente e il contesto sociale di riferimento. La depressione a 16 anni non deve essere confusa con altre manifestazioni. In caso di crisi adolescenziale sintomi e manifestazioni di depressione possono essere confuse con normalissimi sbalzi umorali tipici dell’età. Ecco perché è bene approfondire la situazione e capire se l’adolescente è fisiologicamente instabile oppure se soffre di disturbi psichici cui porre rimedio.

Come si manifestano i disturbi depressivi in adolescenza?

Innanzitutto è bene ricordare che in questi casi bisogna sempre parlarne con uno psicologo e psicoterapeuta. I sintomi depressione giovanile sono diversi da quelli di un adulto perché l’adolescente tende ad essere irritato, iracondo e sempre arrabbiato.

Dato che gli adolescenti provano tutti queste sensazioni è bene precisare che i comportamenti patologici derivanti dalla depressione sono ripetuti nel tempo assieme ad altri atteggiamenti che andiamo ad elencare.

La depressione a 16 anni si manifesta con la perdita di interessi, il distacco da amici e parenti di tipo selettivo, per cui l’adolescente frequenta un ristrettissimo gruppo di persone fidate, e altri comportamenti legati alla perenne rabbia.

Solitamente si presentano mal di testa continui e inspiegabili, pianti a dirotto e discorsi che descrivono lo stato d’animo di una persona in pena che si sente senza speranze e senza via d’uscita.

I cambiamenti dell’adolescente depresso

Molto spesso si può manifestare la depressione scuola tramite cambiamenti repentini di atteggiamento e rendimento. La depressione a 16 anni rende difficile concentrarsi e applicarsi nello studio proprio perché comporta stanchezza cronica, insonnia e mancanza di motivazione.

Per accertarsi che ci si trovi dinanzi ad un adolescente affetto da depressione si dovrebbe valutare la persistenza dei sintomi. Se questi perdurano per più di due settimane è necessario approfondire la salute mentale del giovane. Con la depressione adolescenza test e indagini approfondite possono rivelare se è necessario intervenire, soprattutto per le degenerazioni più gravi.

Conseguenze gravi della depressione

Adolescenza e depressione portano nei casi più gravi al suicidio. Se il giovane ne parla scherzando o esalta la morte come l’unico modo per essere ricordato e apprezzato, bisogna affrontare il discorso con serenità e capire se i suoi pensieri siano passeggeri o più radicati.

Potreste notare che tende a salutarvi come se fosse l’ultima volta o notare che venda o doni suoi oggetti di valore. In altri casi l’adolescente si comporta in maniera incosciente dinanzi al pericolo ed esprime la convinzione per cui, per lui, non ci sia più niente da fare.

L’adolescente tende spesso a vivere periodi di apatia e di disinteresse dovuti alla scarsa autostima ma nella normalità questi comportamenti dovrebbero essere alternati a felicità e gioia.

Se l’umore del figlio è “normale” non deve essere il genitore a stabilirlo. Qualora i sintomi fossero persistenti e si presentassero in tutti i suoi ambiti di vita, prima di qualsiasi gesto o decisione è importante contattare un medico.