La banana: il primo, incredibile superfood scoperto nella storia

140
banana

La banana è un frutto squisito, arrivato in Europa dopo la scoperta dell’America di Cristoforo Colombo, e conobbe subito un grande successo e una diffusione tra i nobili di tutta Europa. Oggi è un frutto che tutti possono permettersi, dal gusto piacevole e fresco, ma ha una storia che pochi conoscono: la banana è stato il primo superfood della storia dell’uomo. Ancora oggi è amico ideale della linea, del buon umore e della forma fisica, poiché è sostanzioso, ricco di nutrienti, ma senza rinunciare al gusto.

Cosa sono i superfood?

E’ quindi la banana, il primo Superfood della storia, come riportato anche da SuperFoodStore, il portale italiano dedicato ai superfood, con l’obiettivo di proporre ai suoi clienti alimenti sani e dall’ottimo valore nutrizionale, assolutamente naturali e amici dell’ambiente. Ma cosa si intende con questa formula? Parliamo di alimenti con funzioni benefiche, che migliorano la qualità della vita e il benessere dell’individuo, la sua linea, la sua forma psico-fisica.

Ricoprono quindi un’importante funzione nella dieta di ogni persona, e possono essere utilizzati in molte diete. Possono apportare molte vitamine, molte fibre, oppure antiossidanti e amminoacidi essenziali.

La banana come Superfood

Proprio queste caratteristiche sono state riconosciute nella banana prima che in qualsiasi altro alimento. All’inizio del Novecento, infatti, la United Fruit Company pubblicò un volantino pubblicitario, dove si elencavano tutti i benefici di questo straordinario frutto. Non si tratta però solo di una scelta di marketing, priva di qualsiasi motivazione scientifica o chimica. Al contrario, la banana è il primo Superfood della storia e presenta davvero tutti quei benefici che il volantino prometteva.

Quali sono i benefici della banana

La banana è il frutto perfetto con cui iniziare la giornata, oppure uno spuntino durante la giornata per spezzare la fame senza ingrassare. Il primo mito da sfatare, infatti è quello che sostiene che le banane facciano ingrassare. Questo è falso: in effetti presenta più calorie che tutti gli altri frutti, ma non sono comunque sufficienti per ingrassare, a meno che non si mangino quantità davvero ingenti tutti i giorni.

Il primo vantaggio è quello di avere moltissime fibre, inoltre è una fonte importante di grassi sani. Questi sono fondamentali perché permettono di sentirsi sazi più a lungo, senza cadere nella tentazione di mangiare cibi che potrebbero rovinare la linea. Inoltre, le fibre sono di tipo solubile, e quindi incidono positivamente sul colesterolo cattivo.

Le banane hanno anche un effetto ottimale sul cuore. Basti pensare che il potassio, di cui sono ricche, è uno dei minerali fondamentali per la costruzione di massa muscolare magra, prevenendo ictus e infarti. Le patologie cardiache e quelle coronarie sono quindi di molto ridotte, così come il diabete di tipo 2. Infine, altro fattore importante da tenere in considerazione è il fatto che la banana faccia molto bene all’umore: frutto del triptofano, una proteina che il nostro organismo è in grado di sintetizzare e trasformare in serotonina. Si tratta della sostanza fondamentale per provare felicità, che attiva i neurotrasmettitori del benessere e del relax. Questo spiega perché la banana possa essere utile anche in momenti di stress o tristezza.

Le vitamine e i minerali della banana

Infine, va detto che la banana contiene moltissime vitamine: amido, zuccheri e soprattutto le vitamine B1, B2, C ed E. Inoltre ci sono minerali come fosforo, sodio, potassio, ferro, tannini e soprattutto magnesio. Questo fa sì che questo frutto abbia una funzione antiossidante e previene dunque l’anemia. Anche per questo ha un effetto benefico sulla pelle, mantenuta bella e giovane.

I molti usi della banana

Come abbiamo visto, mangiare banane nelle giuste proporzioni è la scelta giusta per moltissimi motivi, non ultimo quello di aiutare con la dieta o mantenere il proprio peso forma, senza però rinunciare a un alimento gustoso e sfizioso. Un valore aggiunto è anche quello della versatilità della banana, che può essere mangiata in moltissimi modi, da sola o con altra frutta, sotto forma di frullato o di estratto, come colazione o come spuntino tra un impegno e l’altro.