La cannabis è legale in Italia?

51
cannabis

Ormai il mercato della cannabis è sempre più affermato e negli ultimi anni sono stati verificati tutti gli effetti positivi delle sostanze contenute al suo interno.

Però in Italia c’è ancora molto scetticismo e in molti si chiedono quali sono le leggi europee sul CBD se è legale acquistarlo o utilizzarlo.

Se ti interessa approfondire l’argomento, clicca qui per ottenere informazioni sulla cannabis sulle sue proprietà.

Componenti della cannabis

I principi attivi contenuti all’interno della cannabis non sono tutti uguali. Alcuni di essi in molti paesi sono legali ed altri invece sono illegali per questo è facile fare confusione in merito.

Le legislazioni in merito all’uso di queste sostanze sono diverse paese per paese. In questo articolo cercheremo di fare chiarezza sulle sostanze contenute all’interno della cannabis sulle leggi in vigore nei vari paesi.

Il CBD è legale in Europa?

Per comprendere meglio le regole in vigore in Europa e in Italia, è opportuno chiarire alcuni concetti basilari ma di estrema importanza.

Quando parliamo di marijuana solitamente ci riferiamo alla sostanza psicoattiva ottenuta dalle infiorescenze delle piante di cannabis essiccate. Il principio attivo che rende la marijuana una sostanza psicoattiva è il THC. In molti paesi viene utilizzato per uso ricreativo ed è assolutamente legale mentre in altri non lo è affatto.

Il CBD è uno dei tanti principi attivi presenti nella pianta di cannabis. Non ha effetti narcotici, ha comprovate proprietà rilassanti, antinfiammatorie e antidolorifiche. Le sue eccellenti proprietà sono state riconosciute da molti Stati europei che ne hanno consentito il libero utilizzo.

Il CBD è attualmente impiegato nella preparazione di molti prodotti diversi. Le piante adoperate per realizzare i prodotti a base di cannabis devono contenere necessariamente delle percentuali di THC estremamente bassa o nulla.

La produzione di farmaci terapeutici a base di cannabis è sempre più consistente e vengono approvati da un numero sempre più crescente di paesi nel mondo. Le concentrazioni dei vari livelli delle sostanze psicoattive contenute all’interno della cannabis vengono altamente controllate.

I prodotti a base di CBD sono assolutamente legali nella maggior parte degli Stati europei. È possibile acquistare è utilizzare prodotti contenenti CBD in molti paesi dell’unione europea ed è anche possibile trasportarli liberamente da uno stato all’altro senza alcun problema legale. Ovviamente bisogna fare attenzione che prodotti acquistati siano certificati controllando attentamente l’etichetta sul prodotto.

In Italia non è necessaria alcuna autorizzazione per poter trasportare e utilizzare prodotti a base di cannabis con concentrazioni di THC inferiori allo 0,2%.

La marijuana nella Comunità Europea

I prodotti a base di cannabis con elevate concentrazioni di THC sono ancora ritenuti illegali in molti Paesi europei per via degli effetti psicoattivi che questa sostanza ha sul cervello.

È importante saper distinguere l’uso ricreativo di questa sostanza dall’uso a scopo terapeutico.

In molti stati dell’Unione Europea, la detenzione di marijuana per uso personale è considerata ancora illegale, però non c’è il rischio di finire in carcere (sempre se le quantità non sono eccessive). In molti casi vengono soltanto applicate sanzioni giuridiche e/o contravvenzioni.

Anche nei paesi in cui la detenzione di marijuana d’uso personale è considerata assolutamente illegale, le forze dell’ordine tendono ad essere più tolleranti e in molti casi le leggi non vengono applicate alla lettera.

In molti paesi europei sia il THC che il CBD sono assolutamente legali. Ad esempio, in Belgio i coffee shop sono ormai conosciuti in tutta Europa ed è possibile acquistare prodotti liberamente presso appositi punti vendita.

L’European Monitoring Center for Drugs and Drug Addiction, ovvero l’autorità comunitaria che si occupa anche dello status legale della marijuana in Europa, ha pubblicato una guida in cui è possibile consultare la lista dei paesi europei in cui la marijuana è legale e quelli in cui dove non lo è.

Il mercato europeo della cannabis è uno dei più fiorenti e rappresenta il 35% del totale mondiale. Sono sempre più frequenti coltivazioni di canapa soprattutto nei paesi come Francia, Olanda, Belgio e in molti stati dell’est Europa.

Questo rappresenta un notevole progresso del settore, considerando anche che nell’ultimo decennio la produzione è aumentata esponenzialmente. Basta considerare che nel 2011 gli ettari di canapa coltivati in Europa erano poco più di 5.000.

Anche in Italia, rispetto a qualche anno fa, c’è molta più sensibilizzazione su questo argomento. Questo ha permesso a molti imprenditori italiani di farsi spazio in queste norme mercato. Sono sempre più presenti i terreni agricoli coltivati con canapa. I prodotti italiani base di CBD stanno riscuotendo una fama in tutta Europa per la loro eccezionale qualità.

Se desideri provare l’efficacia e i benefici dei prodotti a base di cannabis e CBD è possibile acquistare alcuni prodotti di alta qualità direttamente JustBob.