Salute naturale

La cioccolata è un antidepressivo?

La cioccolata è un antidepressivo? C’è chi dice che la vera sostanza del cioccolato doni la felicità. In realtà è soltanto una questione di ormoni. In particolare entrano in gioco la serotonina e la dopamina, che rendono questo cibo un vero alleato del buonumore. Se esaminiamo la composizione chimica della cioccolata, ci accorgiamo che essa è in grado di attivare nel nostro organismo il rilascio di endorfine, quelle sostanze che promuovono il piacere e il rilassamento.

Cosa contiene il cioccolato fondente

Il cioccolato fondente è costituito da cacao, burro di cacao e zucchero. E’ il cacao a presentare un abbondante contenuto di sostanze molto diverse fra di loro. Gli esperti sono arrivati a contarne 400. Le più conosciute sono la caffeina e la teobromina, che sono delle sostanze eccitanti.

Il cioccolato contiene anche fenilalanina e triptofano, oltre a potassio e fosforo. E’ proprio la presenza del triptofano a rendere l’effetto antidepressivo del cioccolato. Il triptofano è infatti l’amminoacido precursore della serotonina. Quest’ultima è un neurotrasmettitore sintetizzato nel cervello ed è considerata a buon diritto l’ormone del buonumore.

Cioccolato: cosa fa la serotonina

La serotonina è coinvolta in molte funzioni importanti del nostro organismo. Interviene soprattutto nella regolazione dell’appetito e nella riduzione del dolore. Il neurotrasmettitore in questione è anche responsabile di quella sensazione di benessere che proviamo dopo aver svolto esercizio fisico. E’ proprio attraverso la stimolazione delle endorfine che la serotonina favorisce una sensazione di tranquillità e di atteggiamento positivo.

L’effetto anti-invecchiamento

Il cacao è ricco anche di polifenoli, che sono degli antiossidanti naturali. Essi svolgono un’azione importante nel contrastare gli effetti negativi determinati dai radicali liberi. Questi sono i responsabili dell’invecchiamento cellulare. Per questo i polifenoli mettono in atto un’azione protettiva, soprattutto contro le malattie cardiovascolari.

Inoltre favoriscono la produzione di sostanze antinfiammatorie, che contribuiscono al benessere di tutto l’organismo. Maggiore è la quantità di cacao presente nel prodotto finale, più alto è il contenuto di polifenoli. Lo possiamo sentire noi stessi, se il sapore del cioccolato si dimostra particolarmente amaro. In generale il cioccolato fondente contiene molti più polifenoli rispetto a quello al latte.

Potrebbe piacerti anche