Salute naturale

La verdura che toglie i grassi dalla dieta

Sai che esiste una verdura capace di togliere i grassi dalla dieta? Si tratta del radicchio tardivo, quello che viene utilizzato per fare l’insalata amara, che si dimostra piena di proprietà benefiche. L’insalata a base di radicchio tardivo è depurativa e antiossidante. Questa verdura è capace di aiutare il fegato e l’intestino dopo un’alimentazione ricca di creme e di condimenti vari. Il radicchio tardivo appartiene alla famiglia delle cicorie.

Si coltiva soprattutto nell’Italia del Nord, nelle zone di Treviso, Padova e Venezia. Viene immesso sul mercato dopo una lavorazione molto accurata: raccolto dopo le gelate invernali, viene immerso in delle vasche d’acqua ad una temperatura stabile per almeno 15 giorni. In seguito viene ripulito e commercializzato.

Le proprietà del radicchio

Il radicchio tardivo riesce a favorire nel nostro organismo l’eliminazione dei liquidi, è capace di disintossicare il fegato e di migliorare la digestione. Questa verdura abbonda di antociani, che hanno il pregio di favorire il metabolismo spesso ostacolato dall’azione dei radicali liberi. Non apporta grandi calorie e per questo si può mangiare in tutta tranquillità.

Le ricette

L’ideale sarebbe mangiare il radicchio tardivo nel modo più semplice possibile, magari con un condimento leggero a base di olio e succo di limone. Tuttavia chi ama qualcosa di più “elaborato” può scegliere qualche ricetta che comunque, facendo attenzione ai condimenti, permette di restare leggeri. Scopriamo tutti questi piatti:

  • radicchio al forno – taglia a listarelle il radicchio. In padella fai appassire uno scalogno tritato con un po’ d’olio, uno spicchio d’aglio e due filetti di acciuga. Aggiungi il radicchio e cuoci per 5 minuti. Metti tutto in una pirofila, insaporisci con gomasio e besciamella di riso. Inforna a 150 gradi per 5 minuti;
  • legumi e radicchio – lascia in ammollo i fagioli per una notte intera, poi scolali. Falli cuocere per un’ora in acqua abbondante, con l’aggiunta di una foglia di alloro. Ripeti lo stesso procedimento con i ceci. Affetta un cespo di radicchio e metti in un’insalatiera i legumi, il radicchio e una manciata di capperi. Condisci con olio extravergine d’oliva, senape, sale, pepe e un pizzico di aceto di mele;
  • insalata di radicchio e melograno – taglia un cespo di radicchio. Metti insieme i chicchi di melograno, il radicchio tardivo, un finocchio affettato. Aggiungi un cucchiaio di nocciole tostate e condisci con olio extravergine d’oliva e poco aceto;
  • frullato – puoi usare il radicchio tardivo anche nel frullato. Frulla insieme 150 grammi di foglie di radicchio, una mela e una costa di sedano. Sfrutta l’azione depurativa di questo preparato, bevendolo mezz’ora prima di mangiare. In questo modo farai anche il pieno di vitamine.
Potrebbe piacerti anche