Le bufale alimentari più diffuse di sempre

66
bufale alimentari

I luoghi comuni riguardo al cibo sono molti e spesso influenzano i consumatori nella scelta di un dato alimento. A sfatare i falsi miti alimentari è stata la Coldiretti, che ha analizzato i falsi più diffusi in campo alimentare. La Coldiretti ha elaborato una classifica delle bufale che da sempre hanno condizionato le scelte su ciò che è possibile portare in tavola. Sono venute fuori delle verità che per molti versi possono essere definite incredibili, dalla presunta intolleranza al lattosio a tutto ciò che si sa sui prodotti ortofrutticoli più consumati.

Il latte fa male agli adulti

Molti ritengono che il latte, specialmente quello vaccino, sia dannoso per gli adulti. Secondo questa tesi il latte ha come principale obiettivo quello dell’accrescimento e l’uomo sarebbe l’unico essere vivente che lo mangia per tutta la vita. In realtà non c’è niente di più falso, perché il DNA dell’uomo si è modificato per consentire la produzione dell’enzima che ha il compito di scindere lo zucchero del latte.

L’ananas brucia i grassi

Molti ritengono che l’ananas abbia la capacità di bruciare i grassi in eccesso e di consentire di dimagrire. Eppure le ricerche scientifiche più recenti non confermano questa proprietà del frutto. Infatti le proprietà brucia grassi sarebbero attribuite alla bromelina, una sostanza che è contenuta soprattutto nel gambo dell’ananas, che di solito non viene mangiato.

Mangiare carne fa male

A differenza di quanto si possa pensare, non esiste nessuno studio che dia ragione a questa tesi, secondo la quale mangiare carne fa sempre male. La carne contiene nutrienti importanti per la crescita, per lo sviluppo e per la difesa dell’organismo.

Le banane costituiscono il cibo più ricco di potassio

Non è vero che le banane rappresentino il cibo più ricco di potassio in assoluto. Chi ha necessità di assumere una maggiore quantità di potassio dovrebbe rivolgersi di più agli spinaci crudi, alla rucola e ai cavolini. Tra la frutta fresca il primato spetta al kiwi.

Bisogna eliminare completamente i grassi

Sbagliata anche la teoria di chi dice che una dieta equilibrata si basa su una totale eliminazione dei grassi. Il nostro corpo, infatti, ha bisogno anche di essi, ed eliminarli completamente dalla nostra alimentazione significa anche mettere a rischio la salute. È bene comunque non eccedere e scegliere quelli di buona qualità.

Chi soffre di intolleranza al lattosio non deve mangiare formaggi

Anche questa è un’argomentazione sbagliata, perché, se si scelgono formaggi stagionati, il lattosio tende generalmente a scomparire. Per questo anche chi è intollerante allo zucchero del latte è in grado di mangiare il formaggio senza problemi.

Lo zucchero di canna non fa ingrassare

Secondo lo studio della Coldiretti, è sbagliato credere che lo zucchero di canna sia più salutare di quello bianco. Non sarebbe neppure vero il fatto che contenga meno calorie.