Salute naturale

Le fragole fanno dimagrire: ecco perché fanno bene

Le fragole fanno dimagrire. Proprio così, questi frutti, belli da vedere e tutti da gustare fino all’ultimo morso, hanno un’azione estremamente positiva sul nostro organismo. Sono dolci e fanno bene, perché contengono una quantità molto elevata di principi attivi che favoriscono la perdita di peso. Il modo migliore per beneficiare di queste proprietà positive consiste nel consumare le fragole lontano dai pasti, come spuntino di metà mattina o come merenda del pomeriggio. Hanno delle virtù molto interessanti e ci aiutano a dimagrire in modo naturale.

Le fragole? Poche calorie

Anche se al gusto risultano molto dolci, le fragole in realtà non hanno molte calorie. Si tratta di 30 calorie ogni 100 grammi di questi frutti. Per questo motivo non succede nulla se ne mangiamo qualcuna in più rispetto al previsto. Le fragole riescono a stimolare in particolare il metabolismo del nostro corpo e attivano gli antiossidanti che sono presenti nel nostro organismo, producendo in questo modo un effetto disintossicante, depurativo e antinfiammatorio.

Valori nutrizionali invidiabili

Le fragole sono ricche di antociani, degli antiossidanti naturali dall’azione molto rilevante, che riescono a migliorare la funzionalità dei reni e del fegato e che favoriscono un’azione di prevenzione nei confronti delle patologie a carico del sistema cardiovascolare. L’azione su reni e fegato si rivela fondamentale, perché proprio da questi organi dipende l’effetto dell’organismo di trattenere i liquidi e le scorie.

Numerose sono le potenzialità delle fragole anche grazie all’acido acetilsalicilico che contengono, una sostanza che permette a questi frutti di agire come una vera e propria aspirina. Grazie a questo prodotto, viene potenziata la risposta immunitaria dell’organismo e si migliora la funzionalità della microcircolazione. Tutto questo permette di avere degli effetti positivi in caso di gambe gonfie e di cellulite.

Sali minerali e vitamine per tutti

I frutti in questione contengono magnesio e calcio, che riducono la sensazione di fame, oltre a potassio, che ha un effetto drenante, ferro, che è rassodante, sodio, iodio e bromo. Questi sali minerali consentono di attivare al meglio il nostro metabolismo. Le fragole contengono tanta vitamina C (basta pensare che cinque fragole contengono la stessa quantità di questa vitamina presente in un’arancia) e le vitamine del gruppo B, che consentono di conservare una pelle elastica.

Le fragole hanno inoltre un apporto considerevole di fibre, che favoriscono un assorbimento lento degli zuccheri (e di conseguenza un equilibrio della glicemia) e consentono di sentirsi più sazi. Grazie alla presenza del levulosio, lo zucchero che contengono questi frutti, le fragole possono essere consumate con moderazione anche da chi soffre di diabete, perché il levulosio viene facilmente eliminato dal corpo.

Meglio le biologiche

Per ottenere un maggiore effetto dimagrante, bisognerebbe consumare fragole biologiche, che siano mature al punto giusto e senza tracce di macchie bianche. Meglio evitare quelle acerbe, che risultano meno digeribili e con una minore quantità di nutrienti rispetto a quelle mature. Per consumarle, basta passarle immediatamente prima di mangiarle sotto l’acqua corrente (non dovremmo lasciarle in ammollo) e asciugarle utilizzando anche uno scolapasta. Bisogna assolutamente evitare di aggiungere zucchero quando le mangiamo, perché aumenterebbero a dismisura le calorie assunte e verrebbero neutralizzati gli antiossidanti che questi frutti contengono.

Vi consigliamo di mangiare le fragole frullate e aggiunte ad un vasetto di yogurt naturale, centrifugate insieme ad una banana e ad una mela oppure al naturale, con un po’ di succo di limone o qualche goccia di aceto di mele. Saranno un valido alleato per stimolare la diuresi.

Potrebbe piacerti anche