Lingua bianca: rimedi naturali e della nonna

7
lingua bianca

Una lingua bianca ed un alito non sempre fresco: diverse sono le persone che vorrebbero risolvere questa problematica ma non sanno bene come fare. Solitamente sono sintomi direttamente collegati ad una cattiva digestione (legata anche ad una scorretta alimentazione), mal di gola, alito cattivo ed infiammazione delle papille gustative. Non dimentichiamo che anche la disidratazione, lo stress e i cambi di stagione possono provocare una lingua stranamente bianca.

Lingua bianca: consigli e rimedi

Innanzitutto è bene mantenere una buona e costante igiene orale. Quando ad esempio la mattina ci si sveglia con una lingua stranamente bianca significa che la sera prima abbiamo mangiato troppo o in maniera non del tutto corretta. Questo ha provocato una pessima digestione con tanto di affaticamento.

Seguendo la medicina ayurvedica è molto comune l’utilizzo di un pulisci lingua, chiamato appunto nettalingua, proposto come semplice strumento per lasciare la lingua priva di ogni agente estraneo.

È fondamentale curare gli stati influenzali appena compaiono i primi sintomi e cercare in tutti i modi di aumentare le proprie difese immunitarie attraverso una corretta alimentazione ed uno stile di vita sano ed equilibrato. Attenzione se la lingua non è bianca ma presenta soltanto dei piccoli puntini di colore bianco: ci troviamo probabilmente di fronte ad un’afta, una tipologia di ulcera che colpisce la bocca.

Altra buona abitudine riguarda l’utilizzo di un buon collutorio con risciacqui di almeno 60 secondi. Una pulizia profonda attraverso l’uso di un collutorio naturale è un elemento spesso sottovalutato o utilizzato in maniera retroattiva, soltanto quindi una volta insorto il problema. È bene come abitudine, magari un paio di volte alla settimana, effettuare dei risciacqui col collutorio.

Continuando l’analisi degli elementi che potrebbero ridurre la nostra lingua ad un colorito bianco, vediamo come l’eccessivo fumo potrebbe creare disidratazione o anche una certa secchezza nell’apparato bocca. Importante in questo frangente non eccedere con le bevande gassate e cercare di limitare l’assunzione di caffè giornaliera. Una lingua bianca può essere sintomo di infiammazione del sistema digestivo, gastrite o anche un certo sovraccarico alimentare. Evitare quindi di mangiare troppi cibi spazzatura liberando la bocca da futuri nocivi batteri.

Alcuni rimedi naturali

Tra i rimedi naturali e i così detti consigli della nonna, un metodo per tenere sempre bianchi i denti e la lingua riguarda l’utilizzo del bicarbonato. Il bicarbonato per uso alimentare, per intenderci quello che utilizziamo insieme al limone quando ci sentiamo pesanti o abbiamo mangiato troppo, è un prodotto molto utile. Attenzione però, strofinare troppo spesso con uno spazzolino del bicarbonato sui denti può andare a corrodere il naturale smalto.

Ricordiamo che la medicina tradizionale cinese prevede l’analisi di alcune patologie direttamente dall’osservazione della lingua. Colori, gonfiori e sfumature sono elementi da tenere sempre in considerazione.

Il succo di aloe vera possiede proprietà anti infiammatorie, utilizzato per curare irritazioni e ferite di vario genere. L’aloe produce degli enzimi che rimuovono quello sgradevole strato di bianco formatosi sulla lingua. Diluire alcuni cucchiai di succo di aloe in acqua e fare dei gargarismi un paio di volte al giorno può essere un consiglio piuttosto utile.

Anche l’olio di cocco è un potente elemento per una disintossicazione dell’apparato orale. Questo particolare olio assorbe tossine e contribuisce a mantenere un ambiente bocca pulito e fresco. Bastano una decina di minuti di gargarismi con questo prezioso olio per regolarizzare la nostra pulizia orale.