Vitamina A: a cosa serve e dove si trova negli alimenti

74
Vitamina A

Conosciuta anche come retinolo o vitamina antixeroftalmica, la vitamina A è liposolubile, ovvero si scioglie nei grassi. Indispensabile per l’organismo, è importante quindi che sia presente nella propria alimentazione. Nel caso in cui vi sia una grave carenza di questa vitamina, infatti, è necessario integrarla con apposite prescrizioni mediche. Entriamo nei dettagli e scopriamo assieme a cosa serve e dove si trova negli alimenti.

A cosa serve la vitamina A

La Vitamina A è considerata la vitamina della crescita e per questo motivo è importante sia per i bambini che per gli adolescenti, ma anche in età adulta per nutrire ossa, cartilagini, organi digerenti, vasi sanguigni e le mucose. Con l’avanzare degli anni, inoltre, si presenta come tra le più importanti vitamine per la pelle in quanto favorisce il ringiovanimento.

La vitamina A è in grado di apportare numerosi benefici al nostro organismo e tra questi vi è sicuramente la capacità di proteggere la vista, riuscendo addirittura a combattere gravi patologie come il glaucoma. Fa parte, infatti, della rodopsina, una sostanza della retina che rende l’occhio sensibile alla luce.

Come già detto svolge un importante ruolo contro l’invecchiamento della pelle, rendendo quest’ultima elastica e contrastando la formazione di macchie e acne. Una dosa giornaliera di questa vitamina, inoltre, aiuta a rendere le nostra ossa forti e robuste, così come denti e capelli.

In grado di stimolare il sistema immunitario, favorisce la guarigione delle ferite e tiene a bada malattie croniche e infezioni. Alcuni studi hanno inoltre dimostrato che la vitamina A è in grado di svolgere un’importanze azione per poter contrastare lo sviluppo di tumori.

Allo stesso tempo sembra che questa vitamina aiuti anche ad aumentare la fertilità, sia maschile che femminile, favorendo la funzione testicolare e ovarica. Interviene anche nello sviluppo embrionale regolando la crescita e la differenziazione dei tessuti. I carotenoidi, invece, sono molto importanti soprattutto per la loro azione antiossidante.

Alimenti con vitamina A

La vitamina A si accumula nel fegato in modo naturale e viene rilasciata solo quando necessario. La parte restante, invece, viene assimilata tramite alimenti con vitamina A. Per cui, indipendentemente dal fatto che si segua una dieta a base di carne e pesce oppure una dieta vegana o vegetariana, è importante fare in modo che ci siano sempre inclusi cibi che contengano questa vitamina. Dove si trova dunque questa vitamina?

Le forme biologicamente attive della vitamina A sono retinolo, retinaldeide e acido retinoico. Il retinolo, in quanto tale, si trova negli alimenti di origine animale, mentre in quelli di origine vegetale si trovano i carotenoidi suoi precursori.

È facile dunque intuire che è possibile rinvenire questa vitamina in alimenti come uova, burro, latte, formaggio, fegato e olio di fegato di merluzzo. Per quanto riguarda gli alimenti di origine vegetale, invece, si consiglia di mangiare tanta frutta e verdura di colore giallo, rosso e arancione come ad esempio albicocche, cocomero, pomodori, pesche, broccoli, spinaci, carote, mango, zucca e papaya. Ma anche verdura a foglia verde come broccoli e spinaci.

Un carotenoide che risulta molto utile per dimagrire è il licopene, presente soprattutto nel pomodoro, che grazie all’azione antiossidante in grado di proteggere le cellule dall’invecchiamento e dal danno degenerativo prodotto dai radicali liberi, impedisce l’ossidazione del colesterolo LDL che è responsabile della formazione di placche aterosclerotiche.

È importante inoltre ricordare che la vitamina A perde molte delle sue proprietà durante il processo di cottura e per questo motivo si consiglia di consumare gli alimenti crudi o in alternativa sottoposti ad una cottura veloce.

Dose giornaliera consigliata

La dose di vitamina A indispensabile per ogni persona è di 2 mg. Ad esempio in 100 grammi di carote sono presenti dai 3 ai 9 mg di carotene, in 100 g di fegato di animale troviamo dai 3 ai 50 mg di vitamina A. La nostra dieta, comunque, deve essere equilibrata, perché se è vero che da un lato la carenza di questa vitamina provoca molti disturbi, altrettanto si verifica in caso di eccesso.

Carenza di vitamina A

La vitamina A è importante per il nostro fabbisogno giornaliero e nel caso in cui sia carente si possono verificare delle gravi problematiche. Generalmente si tratta di un fenomeno che non interessa i Paesi industrializzati, quanto piuttosto quelli più poveri.

In ogni caso è bene sapere quali possano essere le possibili conseguenze e tra queste si annoverano ritardi della crescita e problemi alla vista, come ad esempio possibili lesioni oculari. Si è inoltre maggiormente predisposti alle infezioni, comparsa di forfora, secchezza dei capelli, perdita della vitamina C presente nel proprio organismo, ma anche unghie fragili, affaticamento e secchezza delle mucose. Se questa carenza avviene in stato di gravidanza può provocare malformazioni al feto.

Eccesso di vitamina A

Al contrario nel caso in cui vi sia un eccesso di vitamina A si possono constatare problemi alla milza e al fegato, oltre che senso di stanchezza, nausee, vomito e perdita di appetito. Da non trascurare inoltre mal di testa, pelle screpolata, caduta dei capelli, maggiori possibilità di incorrere in infezioni dell’apparato respiratorio e digestivo e predisposizione alla formazione di calcoli.

Controindicazioni

Non bisogna inoltre sottovalutare le possibili controindicazioni conseguenti all’utilizzo di integratori di vitamina A mentre si assumono altri farmaci. Ad esempio è opportuno evitare di assumere contemporaneamente anticoagulanti e vitamina A, così come bisogna prestare particolarmente attenzione in presenza di problemi al fegato.

Alcuni studi hanno dimostrato che il colesterolo alto potrebbe rappresentare un grande fattore di rischio in caso di eccesso di vitamina A e allo stesso tempo si deve stare attenti a tutti i farmaci curativi della pelle. In caso di assunzione di integratori di vitamina A, quindi, è importante chiedere il parere del medico.

A questo punto abbiamo scoperto come la vitamina A sia molto importante per il proprio organismo. Presente in molti ingredienti di origine sia animale che vegetale, vi è davvero l’imbarazzo della scelta.

Non vi resta dunque che scegliere come integrarla nella vostra alimentazione e il vostro organismo ne sarà sicuramente grato. Oltre ad avere una pelle più morbida, liscia, giovane ed elastica, infatti, potrete prevenire eventuali problemi alla vista e tutti le problematiche conseguenti alla carenza di questa importante vitamina.