Gelato di latte alle fragole: la ricetta antiaging

1
gelato di latte alle fragole

Gelato di latte alle fragole: la ricetta antiaging – Questa ricetta del gelato di latte alle fragole è ideale per sfruttare le proprietà di questi frutti che sono capaci di ridurre le rughe. Inoltre utilizza proteine e calcio dimagranti che saziano e snelliscono.

Con il passare del tempo può capitare che si facciano sentire sempre di più i segni dell’invecchiamento. Questi ultimi sono dovuti soprattutto all’azione dei radicali liberi. Per neutralizzarli bisogna badare anche alla propria alimentazione, inserendo nella dieta quotidiana dei cibi che fanno bene e che riducono l’azione dei radicali liberi. Si tratta soprattutto di trarre beneficio dagli antiossidanti contenuti in alcuni alimenti in particolare, che sono in grado di fermare l’effetto degenerante a cui sono sottoposte le cellule nel tempo. Ecco perché ti proponiamo la ricetta del gelato di latte alle fragole.

Ingredienti per 2 persone

  • 200 grammi di fragole
  • 200 ml di latte
  • foglie di menta

Preparazione

Taglia le fragole a pezzetti e metti il latte nei cubetti per il ghiaccio con all’interno i pezzi di fragole. Metti in freezer per circa 2 ore. Poi frulla e rimetti in freezer per un’altra mezz’ora. Ripeti per 2 o 3 volte il procedimento. Suddivisi il gelato in 2 coppette e decora con foglie di menta.

Le fragole contro le rughe

Le fragole sono ideali per ridurre le rughe. Contengono infatti antiossidanti come acido ellagico e flavonoidi. Queste sostanze combattono le infiammazioni che tante volte impediscono la stimolazione del dimagrimento. Gli antiossidanti delle fragole inoltre aumentano la produzione di un ormone che si chiama adiponectina. Esso serve a stimolare il metabolismo e a ridurre l’appetito.

Il latte per dimagrire

Secondo una ricerca svolta in America, il latte sarebbe ottimo per dimagrire. È risultato infatti che chi segue un’alimentazione equilibrata che include due bicchieri di latte al giorno riesce a perdere in circa due anni in media cinque chili e mezzo. Una differenza sostanziale rispetto a chi non beve il latte, che dimagrisce soltanto di tre chili. Tutto è merito delle proteine, della vitamina D e del calcio.