I benefici psicologici del gioco

174
benefici psicologici gioco

Il gioco è, probabilmente, la prima attività che l’uomo ha praticato per finalità che esulano dalla pura e semplice sopravvivenza. Del resto, che cosa è il gioco, se non un’azione il cui unico scopo è quello di divertirsi? Perfino gli uomini primitivi avevano le loro forme di ricreazione, come dimostra l’esistenza delle stesse pitture rupestri, le quali altro non erano che un modo di passare il tempo non indirizzato all’ottenimento di cibo o acqua.

Il gioco e i suoi benefici

Il gioco è vecchio quanto il mondo, esiste in ogni epoca e ha tantissime facce diverse. Può essere praticato in ogni luogo, da soli o in compagnia, a qualsiasi età e con tutti i mezzi o proprio nessuno, al di là della sola e semplice immaginazione. È un’attività di pura creatività, che ha come unico obiettivo quello di generare allegria, gioia e svago nelle persone.

Ha modi di applicazione infiniti, poiché quasi infinite sono le tipologie di giochi: da quelli di società alle carte (pensiamo ad esempio alla possibilità di giocare alla canasta), ai videogame e molto altro ancora, è praticamente impossibile inserirli tutti in un’unica categoria, poiché altrettanti sono i sottogruppi e generi esistenti. Pertanto, è facile dedurre che da un’attività così poliedrica derivino più benefici di quanto non si pensi: e in effetti così è. Ecco quali.

Miglioramento della socialità

È stato scientificamente provata l’implicazione dei giochi nel miglioramento dei rapporti tra un individuo e l’altro. Soprattutto nell’ambito familiare, le attività ludiche svolgono un’importante azione nella cementificazione del legame tra genitori e figli e tra fratelli e sorelle.

Il gioco rinsalda i legami, crea ricordi piacevoli, migliora il tono dell’umore e rende più attivi. In più, è un ottimo modo per intrattenere le persone alle feste, giocando insieme agli amici. Anche il rapporto con le conoscenze più o meno strette ne risente positivamente da questo tipo di azioni. In più, il gioco aiuta non solo a rendere più solide le relazioni pre-esistenti, ma può, talvolta, aiutare anche a creare nuove amicizie, soprattutto nelle prime fasi della vita, ma anche dopo.

Teambuilding e lavoro in squadra

I giochi in cooperativa hanno anche l’altro vantaggio di migliorare le capacità di lavorare in team, migliorando capacità come quelle di ascoltare i consigli degli altri e collaborare con questi nella pianificazione di strategie per raggiungere la vittoria, per raggiungere insieme il successo.

Tali doti si possono poi rivelare utili anche nello studio e nel lavoro quotidiano, contribuendo ad aumentare la produttività nell’individuo in contesti che esulano quelli ludici.

Affinamento dell’intelletto

Per quanto il gioco trovi la sua dimensione migliore nella condivisione con gli altri, è pur vero che anche le esperienze individuali hanno i loro benefici sull’individuo. Mettersi alla prova con difficili rompicapi, enigmi o puzzle, o ancora sfidare qualcuno in giochi strategici e impegnativi come gli scacchi, queste ed altre attività contribuiscono notevolmente all’affinamento di diverse capacità intellettive.

Dalla capacità di risolvere i problemi, alla pianificazione di una strategia, e la lungimiranza nella previsione delle mosse altrui: sono questi e molti altri i vantaggi offerti da tali esperienze ludiche.

Sviluppo della creatività

A seconda del tipo di gioco, questo può richiedere anche l’uso della propria creatività nel realizzare disegni, piccoli scritti, sculture o perfino costruzioni architettoniche simulate, soprattutto nell’ambito delle attività ludiche su pc o console. A volte, basta perfino il semplice sforzo di immaginare contesti fantastici, mondi alternativi e personaggi straordinari per creare un gioco da zero e che non necessiti di nient’altro.

In pratica, si tratta di un esercizio creativo inconsapevole ma molto efficace, che mette in evidenza le capacità di un individuo per poter creare qualcosa di nuovo partendo solo ed unicamente dalla sua mente, la sua fantasia.

Esistono molti giochi per stimolare la creatività, sia nei bambini, che nei giovani e perfino negli adulti. Basta solo scegliere quello che fa al caso proprio, adatto a determinati gusti, passioni e attitudini.