5 modi per cucinare le uova

6
modi per cucinare le uova

Le uova sono da sempre considerate l’alimento completo per eccellenza, per il loro alto valore nutrizionale: molto ricche di proteine (in particolare l’albume), sali minerali e vitamine, sono anche povere di grassi e utili alla preparazione delle più svariate ricette, sia da sole che come semplice ingrediente. Donano energia, sono facili da reperire in qualunque supermercato, ma sono sempre da preferire le uova fresche, di galline allevate a terra o di agricoltura biologica. Per ottenere e gustare un piatto veloce, economico e allo stesso tempo nutriente, ecco allora qui di seguito 5 modi per cucinare le uova!

Uova alla coque

Dopo aver lavato le uova, immergetele nell’acqua già bollente e leggermente salata e lasciatele cuocere lì per esattamente 3 minuti, a fuoco lento. Poi toglietele, sciacquatele con acqua fredda e picchiettatele in cima per togliere una parte del guscio e aprirle. Posizionatele in appositi portauova e aggiungete un po’ di sale. A questo punto sono pronte per essere gustate con il cucchiaino!

Uova sode

A differenza delle uova alla coque, i cui tuorli risultano liquidi e cremosi al termine della cottura, le uova sode appaiono cotte e turgide sia nel tuorlo che nell’albume. Per prepararle, il procedimento è leggermente diverso: inseritele in un pentolino con dell’acqua, accendete il fuoco e, a partire dall’inizio dell’ebollizione, fatele cuocere per circa 9 – 10 minuti. Dopodiché raffreddatele sotto un getto d’acqua fredda, picchiettatele sul guscio per creparle e sgusciatele. Potete gustarle aggiungendo anche un po’ di maionese.

Uova in camicia

Le uova in camicia altro non sono che uova bollite senza il guscio, e non a caso si contraddistinguono per essere altamente digeribili. Se volete prepararle, apritele in un piattino e versatele delicatamente nella pentola con acqua già bollente, alla soglie del bollore. Devono cuocere per circa 3 o 4 minuti, fino a quando l’albume non si sarà completamente solidificato.

Uova strapazzate

Per gustare le uova in un modo ancora diverso e unico, seguite questo procedimento: imburrate una padella antiaderente, mentre sgusciate e sbattete le uova in un piatto insieme a un po’ di sale. Quando la padella si sarà riscaldata, versateci le uova e mescolate continuamente con un cucchiaio di legno, fino a ottenere una consistenza rappresa e omogenea, mischiando così il sapore del tuorlo a quello dell’albume. Per donare al piatto un pizzico di originalità in più potete anche aggiungere delle zucchine o zafferano in polvere. Il risultato sarà ottimo!

Uova al tegamino (o “occhio di bue”)

In questa gustosa ricetta il tuorlo dell’uovo appare morbido e l’albume solido. Si prepara molto velocemente: cospargete con un po’ d’olio una padella antiaderente, e quando si sarà riscaldato rompete le uova versandole direttamente in padella. Servendovi di un cucchiaio di legno, allargate un po’ l’albume per facilitarne la cottura. Aggiungete del sale alla fine. Anche in questo caso potete impreziosire il tutto con dei pomodorini o un po’ di prezzemolo.

Con un po’ di fantasia e tempo a disposizione, è possibile sfruttare il potenziale delle uova in mille altri modi, senza dimenticare la più classica frittata che conosciamo tutti. Una raccomandazione importante però è quella di cercare di consumarle sempre entro la data di scadenza riportata sulla confezione, in quanto successivamente potrebbero perdere in parte il loro valore nutrizionale. Possono essere consumate tranquillamente anche a colazione per cominciare la giornata con il giusto apporto di energia: in assenza di patologie particolari, una persona sana può arrivare a mangiarne anche 3 o 4 a settimana.