Cibi più ricchi di vitamina A

152
cibi più ricchi di vitamina A

Chiariamo come prima cosa il concetto di vitamina A, a cosa serve e perché risulta così utile per il nostro organismo. A cosa serve questa determinata vitamina? Tra le sue immense proprietà, uno degli elementi che la definisce preziosa è la qualità di rafforzamento verso il sistema immunitario. In particolare una dieta ricca di vitamina A aiuta a proteggere la nostra pelle da varie problematiche, screpolature o lacerazioni di diverso tipo, ma questi sono soltanto alcuni esempi. Rinforza anche la vista e mantiene il cuoio capelluto brillante e vigoroso. Se soffriamo invece di patologie legate ai denti vediamo come aumentare l’assunzione di cibi con una percentuale elevata di vitamina A può aiutare ad eliminare sgradevoli effetti indesiderati.

Dove possiamo trovare vitamina A?

Siamo al cospetto di una particolare vitamina liposolubile, può provenire da retinoidi o da carotenoidi. Quali sono quindi i cibi più ricchi di vitamina A? Cibi di origine animale, come ad esempio uova, latticini e naturalmente carni rosse, contengono i retinoidi. I carotenoidi invece li possiamo trovare all’interno di cibi vegetali come ad esempio carote, pomodori, zucche, o in generale verdure dalla tinta più scura o anche giallognola. Possiamo trovare vitamina A nell’aglio, nel prezzemolo e nel tarassaco, alimenti utili per speziare le nostre portate.

Se prendiamo invece in considerazione le verdure, quelle più ricche di vitamina A sono gli spinaci, la lattuga e l’indivia. La rucola è un potente farmaco naturale per ogni sorta di problematica relativa allo stomaco. Alcuni tra i disturbi intestinali più frequenti vengono combattuti dalla rucola che all’interno possiede un grosso carico di vitamina A, ma anche preziosi quantitativi di calcio, magnesio, ferro e fosforo. Non dimentichiamoci inoltre dei broccoli, del sedano ma anche dei cavoletti di Bruxelles.

Anche nella pappa reale, nei fagioli (possibilmente varietà corallo), e nel germe di grano possiamo trovare consistenti quantitativi di questa vitamina. Tra gli alimenti che costituiscono il vasto panorama di oli essenziali, la vitamina A si nasconde all’interno di olio di fegato di merluzzo e nel più comune olio di soia.

Ricordiamo infine che la vitamina A è un potente toccasana per chiunque abbia bisogno di aumentare la propria conta degli spermatozoi. In questi casi infatti ne aiuta la produzione, mentre per quanto riguarda le donne combatte la gravosa sindrome premestruale.

Vitamina A nei cibi colorati

Uno dei trucchi per distinguere gli alimenti più ricchi di questa particolare vitamina è visualizzare attentamente il colore della frutta. In generale la frutta più colorata, intendiamo in ogni caso frutta naturale, contiene un elevato quantitativo di vitamina A. Pesche, albicocche, melone, anguria, ma anche papaia, mango e ciliegie; un tipo di vitamina che si manifesta anche attraverso il potente uso dei colori.

Continuando ad analizzare gli effetti della vitamina A sui colori, vediamo come questa potente vitamina riesca a donare al nostro corpo una splendida doratura. In particolare infatti i principi attivi della vitamina A attraggono i raggi del sole e contribuiscono a donare una equilibrata abbronzatura ed un colorito lineare al nostro organismo.

Quantitativi giornalieri di vitamina A

Come spesso invece accade un consiglio piuttosto utile è quello di non esagerare mai, sia in campo alimentare che per quanto riguarda l’assunzione di integratori. Anche in questo frangente il fabbisogno quotidiano di vitamina A non dovrebbe mai superare i 400 mg al giorno. In generale infatti risultano necessario per il nostro corpo soltanto 200 mg; il tutto naturalmente dipende molto dallo stile di vita che abbiamo, diverso da persona a persona.