Salute naturale

Omega 3: tipologie e dove sono presenti

Tra le varie tipologie di Omega 3, i più rilevanti per l’organismo umano sono quelli a “catena lunga”, che prendono i nomi di EPA e di DHA. La siglia EPA sta per “acido eicosapentaeonico”, mentre DHA sta per “acido docosaesaenoico”). I loro benefici sono molteplici, in particolare partecipano in maniera fondamentale al mantenimento della normale funzione cardiaca e cerebrale, dei normali livelli di trigliceridi, al controllo della capacità visiva ed al controllo della pressione sanguigna.

Gli Omega 3 generalmente si trovano negli alimenti come:

  • Pesce (EPA e DHA)
  • Olio di pesce (EPA e DHA)
  • Crostacei (EPA e DHA)
  • Noci (ALA)
  • Oli vegetali, come l’olio di lino o i semi di canapa (ALA)
  • Semi di chia (Salvia hispanica)

Principali fonti vegetali di Omega 3

1. SEMI ED OLIO DI LINO

L’olio di lino è la fonte vegetale più ricca di Omega 3 ed è anche estremamente utile per quanto riguarda il mantenimento di una dieta ben bilanciata.

2. NOCI E CEREALI

Le noci ed i cereali sono immediatamente dopo i semi e l’olio di lino per quanto riguarda il contenuto di Omega 3. In particolare circa 30 grammi di noci sono in grado di fornire all’organismo quasi 2 grammi di acido alfa-linolenico (uno degli acidi grassi facente parte del gruppo Omega 3).

3. VEGETALI A FOGLIA VERDE

Gli spinaci, i broccoli, la lattuga ed il cavolo verde contengono una piccola percentuale di Omega 3.

4. LEGUMINOSE

Alcune leguminose come i fagioli, i piselli, le lenticchie, i ceci ed in particolare la soia (ed i suoi derivati) contengono piccole quantità di Omega 3.

5. ALGHE E OLIO ALGALE

La quantità di Omega 3 varia in base alla tipologia di alga e possono essere assunte sotto forma di foglie, di olio algale ed anche sotto forma di integratori alimentari.

Potrebbe piacerti anche