Insetti volanti: quali sono e perché vanno sterminati

109
insetti volanti

Avere a che fare con una infestazione di insetti volanti non è una cosa da prendere alla leggera. Infatti, gli insetti volanti possono esser più pericolosi di quanto si possa immaginare. Per tale motivo, non bisogna ignorare mai e poi la presenza di questi insetti che vanno allontanati e debellati subito, il prima possibile. I danni che gli insetti volanti possono provocare sono di varia natura; ad esempio, contaminano gli alimenti che poi sono da buttare. Le tarme, tanto per citare una specie di insetto volante, possono danneggiare i tessuti. Altri provocano punture fastidiose e trasmettono malattie, rappresentano quindi un rischio per la salute delle persone e non solo. In pochi si rendono conto che zanzare e mosche possono sembrare innocue, tuttavia a ben guardare, possono portare delle gravi malattie.

Quali sono le caratteristiche degli insetti volanti

È bene saper riconoscere i vari insetti per poter dare indicazioni precise alla ditta per la disinfestazione a Roma. La maggior parte di loro ha le ali solo nella fase adulta poiché allo stadio larvale ne sono prive, ma non è sempre vero. Ci sono poi altri insetti che hanno le ali ma in realtà non le usano. È il caso degli scarafaggi che rientrano nella categoria degli insetti striscianti sebbene potrebbero volare. Sono quindi insetti striscianti perché si muovono in maniera diverse rispetto alle mosche che invece si spostano prettamente volando.  

Alcune specie di insetti volanti sono invece dotati di ali sono in limitate fasi della loro vita. è il caso delle termiti e delle formiche alate. Anzi, nel caso delle formiche alate, le ali spuntano solo ad alcuni esemplari della colonia che hanno un ruolo preciso. Alle altre formiche le ali no sputano perché non hanno il compito di spostarsi dalla colonia.

Nella maggior parte dei casi, gli insetti volanti hanno un ciclo di vita che include 4 fasi. Si parte dall’uovo da cui nasce una larva o un bruco. Questo poi si trasforma in pupa, spesso racchiusa in un bozzolo. Alla fine, esce l’insetto adulto con le ali appunto.

Gli inseti sono formati da tre parti ovvero il corpo, il torace sul quale sono attaccate le ali e le sei zampe e, infine, l’addome. Gli insetti con le ali possono avere uno o due paio di ali, in base alle loro specie.

Perché gli insetti volanti sono pericolosi

Dopo una prima infarinatura sugli insetti voltanti, è meglio sapere che non tutti gli insetti dotati di ali sono infestanti poiché solo alcuni rappresentano un pericolo per la salute delle persone. Vale a dire che la ditta per la disinfestazione a Roma va chiamata solo dopo aver avvistato alcuni di questi insetti volanti che devono esser sterminati in modo adeguato.

Questi insetti che volano sono poco graditi in un contesto abitativo per diverse ragioni che vale la pena esplicitare. Anzitutto, questi insetti che volano spesso infliggono punture che provocano gonfiore, rossore e prurito. Le punture non sono solo dolorose ma sanno costituire un grave rischio per la salute. Alcuni insetti volanti possono trasmettere attraverso le punture batteri e virus che provocano gravi patologie a persone a animali domestici.

In secondo luogo, quando ci si domanda come mai le mosche e altri insetti volanti simili vadano allontanati il prima possibile, occorre ricordare che si rendono colpevoli della contaminare alimentare. Trasportando germi e batteri sulle loro zampe, magari raccolti dagli escrementi su cu si sono posati, possono infettare alimenti, superfice, acqua.

Il cibo di cui si nutrono risulta anch’esso contaminato e va quindi gettato nei rifiuti. Infine, gli insetti volanti possono danneggiare tessuti e i mobili. È il caso delle tarme che si nutrono di cotone e lana oppure di legno. In pochi sanno che sono animali che mettono le ali per spostarsi e andare ad attaccare altri mobili. Sanno esser molto difficili da mandare via se non ci si rivolgere ali esperti della ditta per la disinfestazione a Roma.

Arriviamo ora alle buone notizie; per fortuna, esistono moltissime modalità che permettono di liberarsi una volta per tutte degli insetti volanti. Ad esempio, si usano trappole moschicida oppure trappole elettriche. Attirate dalla luce e dal calore emesso, gli insetti volano verso la trappola e rimangono fulminati.