Salute naturale

Come dimagrire con lo zenzero

0 143

Lo zenzero è una pianta originaria dell’Estremo Oriente appartenente alla famiglia delle Zingiberaceae. Possiede moltissime virtù: è un antinfiammatorio naturale, utile per contrastare gli stati influenzali e i dolori osteoarticolari, e ci aiuta a digerire meglio, facilitando il transito intestinale e proteggendo la mucosa gastrica. È inoltre un ottimo antiossidante e svolge un’azione positiva per cuore e apparato cardiocircolatorio. È perfetto per depurare e disintossicare il nostro organismo, aiutandoci a bruciare i grassi in eccesso: per questo può essere assunto anche da chi sta cercando di perdere qualche chilo. È un’altra delle innumerevoli alternative che la natura ci offre, e allora scopriamo insieme come si può dimagrire con lo zenzero!

In che modo lo zenzero ci aiuta a dimagrire

Le proprietà dimagranti dello zenzero sono dovute principalmente alla presenza del gingerolo, una sostanza che favorisce l’accelerazione del nostro metabolismo aumentando la temperatura corporea, e che conferisce alla pianta quel retrogusto piccante. Ma oltre a questo, contiene svariati principi attivi che, agendo in sinergia, consentono di ottenere un buon effetto dimagrante, se supportiamo l’assunzione con una sana ed equilibrata alimentazione, con una giusta idratazione e una costante attività fisica.

Aiutando l’intestino a lavorare correttamente, lo zenzero favorisce l’eliminazione dei gas attenuando quindi i gonfiori, per un effetto “pancia piatta” più facile da raggiungere. Inoltre, è utile per farci sentire meno il senso di fame.

Come assumerlo

Può essere consumato direttamente da solo, come spuntino per spezzare la fame, o associato ad altri alimenti, aggiungendolo per esempio a centrifugati di frutta e verdura o grattugiandolo sopra altre pietanze. Ma preparare una tisana allo zenzero è sicuramente la modalità più semplice e immediata per assumerlo, con l’aggiunta magari di qualche goccia di succo di limone.

Per prepararla, dopo aver tagliato lo zenzero a fettine, portiamo a ebollizione un po’ d’acqua in un pentolino. A questo punto aggiungiamo le fette facendole bollire insieme all’acqua per qualche minuto, poi spegniamo il fuoco e lasciamo riposare l’infuso per almeno 10 – 15 minuti. Alla fine filtriamo, dolcifichiamo come più ci piace (anche con del miele) e aggiungiamo il succo di limone. Aspettiamo che la tisana si raffreddi quel tanto che basta per risultare bevibile, e iniziamo a sorseggiarla in tutta tranquillità.

È perfetta nella stagione autunnale e invernale, da consumare anche più volte nel corso della giornata o semplicemente dopo i pasti principali; e se non vogliamo rinunciarci nemmeno in estate, possiamo sempre goderci una fresca bevanda aromatizzata con gli stessi ingredienti. Lo zenzero può essere trovato anche in commercio sotto forma di appositi e pratici integratori in compresse.

Offerta
Zenzero 12000mg Extra Forte |240 Compresse Per migliorare il funzionamento delle articolazioni e favorire la mobilità
  • Aiuta a migliorare la funzione articolare e la mobilità
  • Favorisce la digestione
  • Riduce gonfiori, nausea e altri sintomi legati ai problemi di digestione difficile
  • Certificazione GMP (Goods Manufacturing Practice), che ne attesta l'alta qualità, la sicurezza e gli elevati standard di produzione. Prodotto nel Regno Unito, secondo gli Standard UE. Il prodotto è confezionato in blister e verrà inviato con ETICHETTA IN INGLESE. Le informazioni in ITALIANO, compresi gli ingredienti, sono consultabili all'interno di questa pagina.

Dosaggio e avvertimenti

Il dosaggio giornaliero ideale di zenzero è di 10 – 30 grammi, da integrare alla nostra dieta e ricavarne così un ottimo alleato per perdere peso. Se assunto nel modo corretto, senza eccedere nelle quantità, non esistono particolari controindicazioni, salvo ovviamente allergie e intolleranze soggettive.  Tuttavia, chi soffre di calcoli biliari, di diabete o di ipertensione deve prestare particolare attenzione o evitarlo direttamente. È sempre consigliabile comunque non esagerare per non incorrere anche in spiacevoli effetti collaterali a carico del tratto gastrointestinale, e soprattutto consultare il proprio medico curante al fine di ottenere tutti i chiarimenti necessari.

Durante la gravidanza può rivelarsi utile per alleggerire le tipiche e fastidiosissime nausee, ma anche in questo caso è bene chiedere consiglio al ginecologo prima di fare di testa propria.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.