Come pulire i pavimenti di casa come dei veri professionisti

188
pavimenti di casa

Pulire i pavimenti è essenziale e importantissimo per garantire il giusto livello di igiene degli ambienti. È un lavoraccio che nessuno è contento di fare ma, visto che ci dedichi del tempo, tanto vale farlo bene tenendo presente che diversi tipi di pavimenti, vogliono diverse attenzioni.

Tuttavia, tieni sempre presente che queste sono indicazioni di carattere generale; per non aver problemi, il consiglio migliore è quello di fare una piccola prova su una sezione del pavimento per verificare che i prodotti non siano troppo aggressivi ma nemmeno inefficacie contro macchie e sporco ostinato. Se sei alla ricerca di veri professioni che si prendano cura dei tuoi pavimenti più pregiati e delicati, vai su  www.dittadipulizieroma.it

Come pulire le piastrelle

Iniziamo a dare qualche indicazione in più su come pulire i pavimenti di casa partendo da quello in piastrelle che è uno dei più comuni e diffusi che ci sia in circolazione soprattutto per il bagno e la cucina dove igiene e pulizia sono imprescindibili. In linea di massima, la pulizia non richiede particolari attenzioni poiché sei di fronte a un pavimentazione nota per la sua resistenza.

Per rimuovere polvere e altre particelle, usa una scopa oppure velocizza le operazioni grazie a quella elettrica. Dopo esser certo che non ci sia sporcizia, puoi passare al lavaggio. Il pavimento in piastrelle può esser pulito con un panno o con il mocio utilizzando acqua calda e un detergente per piastrelle. Se vuoi qualcosa di più naturarle, usa dell’aceto bianco. In ogni caso, strizza sempre bene il panno per evitare che resistono sulla superficie dei residui schiumosi.

L’unica accortezza da avere quando si parla di pavimenti in piastrelle riguarda le fughe, cioè gli spazietti che ci sono tra un elemento e l’altro del pavimento. Lo sporco lì si deposita e sedimenta diventando ostinato e difficile da rimuovere. Fai quindi agire una soluzione all’ossigeno attivo oppure al perossido di idrogeno. Una volta che ha fatto effetto, passa con un vecchio spazzolino da denti le fughe per farle tornare a splendere.

Come trattare il parquet di legno

Un discorso a parte lo merita di sicuro il parquet in legno che è una pavimentazione delicata che richiede maggiori cure e attenzioni rispetto alle altre. Per togliere la polvere e altra sporcizia, meglio se usi solo al scopa, preferibilmente a setole morbide per evitare di rovinare la superficie, è vero che esistono degli aspirapolveri con accessori indicati per il pavimento in legno affinché non si rovini però le ruote che passano su un pavimento così delicato possono comunque graffiarlo e consumarlo a lungo andare quindi è meglio evitare, ove possibile.

Per il lavaggio umido, il panno imbevuto di acqua calda e detergente specifico va sempre strizzato per bene evitando che sulla superficie resti un eccesso di acqua che danneggia il materie e lascia una traccia che si vede chiaramente in controluce. In alternativa, dopo aver passato il panno bagnato, usane uno asciutto che possa rimuovere l’eccesso di liquido evitando il peggio.

Mai poi dimenticare una volta al mese la cera per pavimenti in legno che chiude le fibre evitando che diventino porose e suscettibili all’acqua: inoltre la cera fa spendere il pavimento che risulta ancora più bello, come quando era stato posato.

Come igienizzare il pavimento in cotto

Infine, in tante case si trova un bellissimo pavimento in cotto che ha bisogno di alcune attenzioni specifiche. La caratteristica principale del pavimento in cotto riguarda la porosità. In linea di massima, se dovesse cadere sul pavimento un liquido qualsiasi, devi raccoglierlo subito con della carta assorbente altrimenti può rimanere la macchia.

Il lavaggio del pavimento va fatto con acqua tiepida e un detergente neutro. Per evitare che restino dei residui sulle bellissime piastrelle in cotto, vale la pena fare un risciacquo. Lava nuovamente la superfice con sola acqua  e vedrai che il risultato sarà impeccabile. puoi benissimo farlo asciugare naturalmente ma fai attenzione ad eventuali ristagni che non fanno bene a questo tipo di materiale.

Il cotto è un pavimento delicato che non reagisce bene all’uso di prodotti chimici perciò usa solamente dei prodotti delicati, neutri e naturali specifici. Leggi bene le etichette e attieniti sempre alle indicazioni del produttore per evitare di fare danni irreversibili.