Il fondotinta: quale usare e come applicarlo per un effetto naturale

72
fondotinta

Porre fine a quell’inestetico effetto ‘maschera’, e godere di un aspetto assolutamente naturale, è possibile valutando l’uso di un fondotinta dall’effetto seconda pelle.

Il fondotinta è un alleato prezioso se si desidera avere un colorito perfetto, coprire le piccole imperfezioni, dare luminosità all’ovale e regalarsi un trucco per nulla artificiale.

Qual è il segreto per un incarnato perfetto? Su https://www.loreal-paris.it/fondotinta è possibile saperne di più, con la certezza che, grazie alla ricca gamma di fondotinta presenti in commercio, si può trovare il prodotto perfetto per ogni tipologia di pelle.

A scelta fra idratante e illuminante, compatto o idratante, non è difficile scoprire quale fondotinta si adegua all’epidermide, e valorizza i tratti del viso, garantendo un’ottima base per il make up.

Per un effetto naturale, meglio scegliere il colore del fondotinta in base al sottotono della pelle

Nella scelta del colore del fondotinta è decisivo lasciarsi guidare dal sottotono della pelle che può essere caldo, freddo, olivastro o neutro.

Nel caso di un sottotono caldo della pelle abbiamo a che fare con una prevalenza di pigmenti che tendono al dorato, e privilegiano la scelta di un fondotinta nella gamma di colori che va dal giallo all’arancione.

Il sottotono freddo è indice di una pelle che ha in prevalenza pigmenti tendenti al rosa, ed è facile da trattare utilizzando un fondotinta rigorosamente rosato.

La presenza di pigmenti a toni caldi indica un sottotono olivastro. In questo specifico caso non è facile trovare il colore del fondotinta adeguato. Si devono fare diverse prove e valutare gli effetti. Comunque per ottenere un effetto naturale è preferibile utilizzare un fondotinta in polvere o liquido, passando a soluzioni quali crema o prodotti compatti, se si desidera una maggiore coprenza.

Se la pelle vanta un sottotono neutro non c’è un colore che prevale sull’altro, per cui è perfetto un fondotinta color beige.

La tipologia del fondotinta

In commercio sono disponibili diverse tipologie di fondotinta, da selezionarsi in base all’effetto che si desidera ottenere e alle necessità della pelle, anche in relazione alla stagione e al clima.

Fra i formati del fondotinta la scelta ruota attorno a soluzioni liquide, in crema o in polvere.

La versione liquida o in crema, è ideale soprattutto per le pelli secche, che hanno bisogno di essere costantemente idratate, e non disdegnano un finish luminoso. Si privilegia la soluzione in polvere nel caso di pelli miste, o tendenti al grasso.

Il fondotinta, a prescindere dal formato, è disponibile in mousse, compatto, mat, stick o minerale.

Come stendere il fondotinta per ottenere un effetto naturale

Grazie a pochi e semplici consigli s’impara a stendere il fondotinta, per ottenere una base assolutamente naturale.

Prima di applicare un fondotinta liquido, ad esempio, è corretto scaldare il prodotto passandolo sul dorso della mano, per un risultato leggero.

In fatto di colori la soluzione migliore passa attraverso l’abbinamento di due prodotti differenti, una soluzione opacizzante da stendere nelle zone più difficili e lucide, e un’altra più leggera con la quale illuminare la parte restante del viso.

Per un risultato perfetto dopo aver steso il fondotinta è bene procedere tamponando il viso, aiutandosi con una spugnetta inumidita, per evitare accumuli di prodotto.

Fissare il fondotinta è facile, non resta che spennellare un po’ di cipria, soprattutto nelle aree che diventano più lucide.