Salute naturale

Dieta dei 15 giorni per ridurre il girovita

La dieta dei 15 giorni è un’ottima soluzione per ridurre il girovita senza troppi sforzi e senza molte rinunce. L’obiettivo consiste nel fare una particolare attenzione a ciò che si mangia e alla suddivisione dei pasti nel corso della giornata, ricordando sempre che il fai da te è assolutamente sconsigliato e che, per portare avanti un regime alimentare di questo tipo, è fondamentale il consiglio di un medico. Non sempre le diete ci permettono di raggiungere i risultati sperati, soprattutto quando ad un’alimentazione equilibrata non aggiungiamo un’adeguata attività fisica. Con la dieta dei 15 giorni impariamo a scegliere gli alimenti giusti per disintossicare l’organismo ed evitare gli accumuli di grasso.

La dieta dei 15 giorni

Per seguire una corretta dieta della durata di due settimane, bisogna prestare molta attenzione ai tre pasti principali della giornata, che dovrebbero avere delle particolari caratteristiche. In particolare, per una colazione sana possiamo scegliere dell’avena cotta insieme ad una bevanda completamente naturale, aggiungendo anche una manciata di frutta secca. In alternativa possiamo gustare un panino integrale con avocado.

Il pranzo deve essere un pasto sano e nutriente e può prevedere un’insalata, una porzione di carboidrati (con pane o pasta integrale, patate o quinoa) e una porzione di proteine (con pesce, carne, legumi o uova). La cena, invece, dovrebbe essere più leggera rispetto al pranzo. Orientiamoci soprattutto verso delle verdure cotte al vapore, delle zuppe, proteine che possano essere digerite con facilità (come il pesce o la carne bianca) e della frutta (come pere, ananas o mele).

Tutti i consigli

Per ridurre il girovita in 15 giorni bisogna affidarsi ad un’alimentazione di questo tipo, tenendo in considerazione anche alcune regole che possano aiutarci a perdere peso e che possano prevenire quei fastidiosi chili di troppo, allo stesso tempo senza fare troppe rinunce.

1. Scegli i grassi sani

Nell’alimentazione quotidiana evitiamo assolutamente i grassi che provocano danni al nostro organismo, come quelli delle fritture, del burro, dei dolci o dei salumi. Mangiando questi prodotti non facciamo altro che determinare l’accumulo di grasso nel girovita. Meglio, quindi, rivolgersi ai grassi sani per l’attivazione del metabolismo, come l’olio extravergine d’oliva, l’avocado, la frutta secca, il pesce azzurro, i tuorli d’uovo.

2. Attenzione alle proteine

Non tutte le proteine sono uguali. Quelle animali, ad esempio, potrebbero avere delle conseguenze negative condizionando il funzionamento dei reni e del fegato. Per questo dovremmo cercare di limitarle e di privilegiare quelle di origine vegetali, grazie al consumo di legumi, funghi, alghe, avocado e frutta secca.

3. Fai spazio alle verdure

La verdura è fondamentale per il nostro benessere. Qualsiasi dieta che si rispetti dovrebbe integrare il consumo dei vegetali, sia cotti che crudi sotto forma di insalate, che saziano e fanno bene. Facciamo attenzione alla frutta, perché spesso questi alimenti contengono fruttosio in grande quantità e tutto questo potrebbe influire sul nostro obiettivo della perdita di peso.

4. Attenzione ai cereali raffinati

Spesso introduciamo nella nostra alimentazione i cereali raffinati, consumando pasta, pane o pizza. Si tratta di alimenti privi di fibre, che potrebbero essere la causa dell’insorgenza di sovrappeso, di gonfiore o di stitichezza. Per questo motivo dovremmo cercare di ridurne il consumo, preferendo in particolare le farine integrali, come la segale o il farro.

5. Niente zucchero e alcol

Una regola molto importante consiste nell’eliminare dalla dieta gli zuccheri e l’alcol. Mettiamo da parte, quindi, tutti gli alimenti e le bevande (come quelle zuccherate e gassate) che potrebbero avere degli effetti negativi nei confronti del nostro corpo.

Potrebbe piacerti anche