Dieta per abbronzatura: come dimagrire con i cibi abbronzanti

49
dieta per abbronzatura

Una dieta per l’abbronzatura, se ci suggerisce anche come dimagrire, è davvero perfetta. Forse non tutti sanno che si possono sfruttare alcune proprietà dei cibi abbronzanti anche per restare in forma. Con il caldo e con la voglia di mare possiamo proteggere la pelle dai raggi ultravioletti con un’alimentazione adeguata. Quest’ultima ci dovrebbe permettere di non correre il rischio di disidratazione e di scottature, per evitare tutti quei problemi in spiaggia più comuni.

Allo stesso tempo si può configurare come un programma snellente adatto a chi non vuole rinunciare al cibo. Possiamo puntare sugli alimenti ricchi di vitamina A, di vitamina C e di vitamina E, portando dalla nostra parte le qualità nutrizionali di ogni alimento.

Dalle ultime ricerche scientifiche è emerso che non c’è un legame diretto tra il cibo e l’aumento di melanina. Tuttavia le sostanze contenute in alcuni cibi riescono a garantire una tintarella più duratura. La dieta per l’abbronzatura che ti proponiamo è basata su quattro elementi: acqua, antiossidanti, vitamine e omega 3. Basta soltanto fare le corrette associazioni alimentari.

Gli antiossidanti

Gli ortaggi e la frutta di stagione contengono molte sostanze che hanno proprietà antiossidanti e antinfiammatorie. Sono tutti micronutrienti che stimolano la produzione di collagene, molto utile per proteggere la pelle. Le sostanze antiossidanti possono contrastare anche altri disturbi negativi che si hanno con le alte temperature, come le gambe gonfie o i cali di pressione.

L’acqua

Dovremmo bere circa due litri di acqua al giorno, per assicurarci una corretta idratazione e per compensare la perdita di liquidi che si verifica con la maggiore sudorazione. Sono utili anche gli infusi e la frutta di stagione. Al contrario evitiamo succhi e bevande dolcificate. Qualche trasgressione possiamo concedercela, come per esempio un quadretto di cioccolato fondente o una pallina di gelato.

Le vitamine

La vitamina C e la vitamina E sono essenziali per il nostro organismo. Un’altra funzione importante è svolta dal betacarotene, la provitamina A. Troviamo tutti questi nutrienti nella frutta, negli ortaggi di stagione, molto spesso associati agli antiossidanti. La vitamina A e la vitamina E contrastano l’azione dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare. La vitamina C è adatta per la circolazione, proteggendo vene e capillari.

Gli omega 3

Gli omega 3 sono anch’essi deputati a contrastare l’azione dei radicali liberi e per questo hanno un effetto anti age. L’organismo umano non ha la possibilità di procurarsi da se stesso queste sostanze, per cui dobbiamo introdurli nel corpo con l’alimentazione, aumentando soprattutto il consumo di pesce azzurro, come merluzzo, sgombro e alici.

I cibi da scegliere

Vediamo quali cibi includere nella nostra alimentazione estiva per abbronzarci e perdere qualche chilo di troppo. Senza dubbio, oltre al pesce, un posto di riguardo spetta alla frutta:

  • pesche – le pesche sono lassative e diuretiche, aiutano la digestione perché stimolano la secrezione dei succhi gastrici. Le possiamo mangiare la mattina per colazione, il pomeriggio per uno spuntino o anche a cena per restare leggeri. Questi frutti sono ricchi di sali minerali, come calcio e zinco, e abbondano di vitamine A, C e del gruppo B;
  • mango – il mango è ricco di vitamine A, C, B, D, E e di sali minerali, come calcio, fosforo, ferro, magnesio, potassio. È composto per circa l’80% da acqua. Contiene molte fibre, dà molta energia, è facilmente digeribile ed esercita un blando effetto lassativo. È fondamentale per combattere la ritenzione idrica;
  • papaya – la papaya abbonda di flavonoidi ed è ricca di selenio. Se la consumiamo possiamo fare il pieno di vitamina C, contiene potassio e magnesio, ideali per allontanare la sensazione di stanchezza. Ha un effetto drenante, contrasta la cellulite e riequilibra la flora batterica intestinale, aiuta la digestione ed ha proprietà depurative;
  • mandorle – le mandorle contengono vitamine del gruppo B e magnesio, sono capaci di contrastare lo stress e la stanchezza psicofisica. Bastano tre mandorle al giorno per spuntino, per contrastare la fatica.

Ricordiamoci anche di condire le verdure cotte con olio extravergine d’oliva a crudo e di potenziare l’attività fisica all’aria aperta, evitando le ore più calde della giornata.

Dieta per abbronzatura: menu

Ecco qual è il menu per la dieta dell’abbronzatura, secondo uno schema da seguire per 7 giorni:

  • colazione – caffè, un kiwi oppure un frullato preparato con yogurt magro e mango, 100 grammi di papaya o 300 grammi di melone;
  • spuntino – tè verde e 3 mandorle;
  • pranzo – 100 grammi di salmone accompagnato da 150 grammi di peperoni alla griglia conditi con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva e peperoncino oppure 80 grammi di bresaola in carpaccio con 20 grammi di scaglie di parmigiano, 150 grammi di frutti di bosco;
  • merenda – una carota e tè verde;
  • cena – 100 grammi di manzo accompagnati da 300 grammi di verdure di stagione condite con 2 cucchiaini di olio extravergine d’oliva e foglie di menta oppure 150 grammi di scampi e gamberi alla griglia con insalata di spinaci.