Le strategie più efficaci per vincere nelle scommesse sportive

340
scommesse sportive

Vincere una scommessa sportiva è un’emozione unica. Per riuscirci, però, spesso non basta affidarsi alla fortuna: bisogna disporre di strategie efficaci. Di certo nessuna strategia può assicurare il successo, per questo è fondamentale giocare responsabilmente.

Esistono però degli stratagemmi sia per incrementare i guadagni nel lungo termine che per contenere le eventuali perdite che il giocatore subirà durante il suo percorso. Vediamo alcune strategie considerate più efficaci per una buona riuscita di una scommessa sportiva.

Studiare persone e circostanze

Per uno scommettitore principiante, prima di gettarsi a capofitto nelle scommesse sarebbe ideale studiare un singolo giocatore o una singola squadra. Così facendo si riuscirà a comprendere al meglio ogni tipo di comportamento e di schema che potrebbe o meno condurre alla vittoria, per poi valutare partendo da solide basi se valga la pena o no puntare su quella determinata squadra o giocatore.

È una strategia molto valida in grado di aumentare considerevolmente le probabilità di effettuare puntate vincenti, ma richiede tempo e impegno per funzionare.

A questo proposito non si può trascurare l’importanza del lavoro dei bet tipster professionisti, una professione sempre più conosciuta anche nel nostro Paese, grazie alle tante possibilità di formazione offerte da agenzie specializzate come TipsterManagement.it la prima tipster house italiana con sede a Napoli.

Un altro fattore sul quale è bene svolgere delle indagini è quello metereologico. Potrebbe sembrare una sottigliezza, ma le condizioni atmosferiche possono avere un enorme impatto sulle prestazioni di una squadra. Informandosi sulle previsioni del tempo e consultando gli appunti presi in precedenza sulla squadra sulla quale si desidera piazzare la scommessa (la pioggia rappresenta un grave ostacolo per i giocatori?), si può decidere se conviene scommettere e a quanto far ammontare la somma.

Fading the public

Un’altra tecnica efficace ma purtroppo non sempre applicabile è quella che in inglese viene chiamata fading the public. Consiste nello scommettere contro la squadra preferita dal pubblico per approfittare delle quote più alte offerte per la vittoria della squadra sfavorita.

Infatti, quando una vasta fetta di persone scommette su una squadra basandosi solo sulla pura tifoseria, i siti di scommesse offrono una quota ridotta, la cosiddetta Shaded Line; così facendo, la quota per la squadra avversaria aumenta automaticamente.

Prima di adoperare questa strategia è bene porsi delle domande per comprendere se e quanto si possa effettivamente beneficiare da essa, mettendo in discussione l’ampiezza della base di tifosi dell’altra squadra e le sue probabilità di vittoria.

La strategia del raddoppio

Si può scegliere anche di affidarsi al mondo dei criteri matematici. Ci sono diverse strategie valide che partono da questo presupposto. La logica alla base della strategia del raddoppio prevede di individuare le partite con una quota da due euro in su; se lo scommettitore vince, la quota verrà raddoppiata. Se perde, invece, dovrà raddoppiare la posta in palio alla giocata successiva, in modo da coprire la precedente perdita.

È più facile a farsi che a dirsi: per esempio, se uno scommettitore scommette dieci euro su una giocata che ha quota due euro e vince, otterrà venti euro. Se invece perde, gli basterà effettuare una puntata raddoppiata sulla giocata successiva, in modo da recuperare i dieci euro persi in precedenza.

La formula Kelly

In alternativa si può ricorrere alla formula Kelly, sviluppata nel 1956 dal matematico J.L. Kelly. Secondo questa formula, si devono effettuare di volta in volta le puntate più facili; così facendo si incrementa gradualmente il bankroll, ovvero l’intero capitale che un giocatore mette a disposizione per giocare. Per farlo si parte da una base ad unità fissa a cui va poi aggiunto un calcolo di probabilità.

Ma quando e come applicare questa strategia? Prima di usarla, è bene esaminare i dati e calcolare le probabilità. Una volta fatto, si possono effettuare le dovute sostituzioni e procedere con i calcoli. Il risultato suggerirà la percentuale di bankroll da investire.