Needling: cos’è, come funziona

24
needling

Se ne sente parlare sempre di più, è uno di quei trattamenti che riscuote un grande successo perché visto come una reale alternativa alla chirurgia plastica.

Stiamo parlando del needling, si tratta di una tecnica che deriva dall’inglese (needle significa ‘ago’) e che consiste nella microperforazione della pelle per mezzo di un rullo ad hoc, ricoperto di minuscoli aghi. Questa tecnica, molto utilizzata dal Brand di bellezza Rigenera Micro Needling è minimamente invasiva e quasi indolore e mira a rivitalizzare e stimolare la produzione delle fibre elastiche della pelle e del collagene, per ringiovanirla e per renderla più bella.

Il needling è una delle tecniche di bellezza più famose negli ultimi tempi, ed è una tecnica all’avanguardia che si sta diffondendo sempre di più anche in Italia. Lo scopo della microperforazione cutanea rigenerativa, questo il nome completo col quale il trattamento è conosciuto in Italia, è quello di lavorare sugli inestetismi cellulari e di stimolare il ricambio cellulare fisiologico per mezzo appunto di piccoli traumi.

Il trauma causato dalla perforazione con minuscoli aghi attiva dei meccanismi di riparazione cellulare che stimolano anche la produzione di elastina e di collagene, così l’area che viene interessata dal trattamento si rigenera, diventando visibilmente più bella e più giovane. Chi fa needling lo fa per ottenere un viso molto più luminoso, una cute più compatta e più bella, meno macchie sul volto e per eliminare le piccole rughe facciali come quelle nella zona delle guance o le cicatrici dell’acne.

Come funziona il needling

Non esiste un solo tipo di needling, ma diverse tipologie. Ad esempio distinguiamo:

  • il needling cosmetico. Viene effettuato solo per motivi di bellezza, per stimolare la compattezza e la luminosità della pelle.
  • Il needling chirurgico. Effettuato da un chirurgo estetico o medico estetico.
  • Il needling medico. Viene effettuato con aghi che creano piccoli fori che stimolano la produzione di collagene da parte della pelle.

Il needling, per poter funzionare al meglio, necessita di più sedute. Il trattamento può richiedere un numero differente di sedute anche a seconda del problema da trattare, ad esempio in genere sono 3-5 sedute a distanza di 30-60 giorni. Gli aghi possono avere delle dimensioni sempre variabili, in genere fra 1 e 2 mm al massimo, dipende anche dallo spessore della pelle.

Al termine del trattamento, per potenziare la sua efficacia, spesso vengono inseriti anche prodotti specifici che stimolano la rigenerazione cutanea come acidi nucleici, amminoacidi, antiossidanti, acido ialuronico, vitamine e via dicendo.

L’uso del needling permette di migliorare la bellezza della pelle e di contrastare fenomeno come il rilassamento della pelle del volto, l’invecchiamento della cute, la formazione di rughe, e permette di ristrutturare non solo il viso ma anche altre parti del corpo come il décolleté e le mani. La tonicità della cute migliora, come anche la sua luminosità e bellezza.

Ovviamente perché il trattamento sia completamente sicuro ed efficace è necessario rivolgersi ad un medico estetico o chirurgo estetico, evitando accuratamente chi non abbia competenze, professionalità e titoli per portare avanti questo intervento di medicina estetica che richiede competenza e uso di prodotti sterili.